Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-donnamamma
1 5

Allarme sulle ragazze incinte prima dei 18 anni

L'Organizzazione Mondiale della Salute lancia l'allarme: nel mondo sono 16 milioni le ragazze che hanno un figlio prima dei 18 anni

adsense-foglia-300
In occasione della World Health Assembly a cui hanno partecipato quasi 3000 delegati da tutti i 194 stati membri dell' Organizzazione Mondiale della Salute sono stati affrontati diversi temi importanti come ad esempio l'impegno a migliorare la copertura dei vaccini (LEGGI).



LEGGI: SPECIALE ESAMI DI MATURITA' 2012 by Studenti.it


E' stato anche discusso il problema dei matrimoni e delle gravidanze in età precoce. Secondo alcuni dati allarmanti sono infatti il 30% le ragazze nel mondo che si sposa prima dei 18 anni e il 14% rimane incinta prima di compiere 15 anni.



LEGGI ANCHE: Mamme bambine: rimanere incinta da giovane



Nel mondo sono 16 milioni le ragazze che hanno un figlio prima dei 18 anni. In pratica un'adolescente su 5. E nelle aree più povere del pianeta il numero si attesta a una su tre. Inoltre le stime parlano di circa 3 milioni di ragazze tra i 15 e 19 anni si sottopongano ad aborti pericolosi. La situazione anche nel nostro paese è abbastanza preoccupante: in un rapporto sullo Stato delle madri nel mondo di Save The Children (LEGGI) era emerso che in Italia sono circa 10.000 le mamme che hanno un'età compresa tra i 14 e i 19 anni e una su quattro è minorenne.



LEGGI ANCHE: In Italia diecimila mamme bambine




Le gravidanze precoci sono uno dei principali fattori di mortalita' infantile e materna, come ricorda l'Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha redatto delle linee guida per contrastare questo fenomeno. Tra le adolescenti sono infatti molto alti i numeri di bambini nati morti (LEGGI) e di morti neonatali: il 50% più frequenti rispetto alle altre donne. Inoltre i bambini nati da un'adolescente sono spesso sottopeso. Un elemento che preoccupa è anche legato ai contraccettivi: alcune ragazze non sono abbastanza informate, non sanno come evitare di restare incinta o non sono in grado di ottenere contraccettivi e se li hanno a volte non li usano. In America Latina, Europa e Asia solo il 42-68% delle adolescenti sposate o con un compagno userebbe i contraccettivi, in Africa il 3-49%. A incidere e' la mancanza di educazione sessuale in molti Stati a basso e medio reddito. Inoltre piu' 1/3 delle ragazze racconta che la sua prima volta e' stata fatta sotto coercizione.



LEGGI ANCHE: Educazione sessuale ai bambini: monta la polemica



L'Organizzazione Mondiale della Salute cerca da tempo, di far fronte a questo problema. Nel maggio 2011 ha adottato una risoluzione che esorta gli stati membri a migliorare la salute dei giovani, garantendo accesso alla contraccezione e a servizi di medicina riproduttiva. In questo modo avendo servizi che funzionano e la possibilità di avere accesso ai contraccettivi si potrebbe lottare contro questa piaga. L'Oms ha anche pubblicato delle linee guida su come prevenire le gravidanze precoci nelle adolescenti nei paesi a basso e medio reddito. Sono sei gli obiettivi da raggiungere: ridurre i matrimoni prima dei 18 anni; favorire conoscenza e supporto per ridurre le gravidanze prima dei 20 anni; aumentare l'uso dei contraccettivi (LEGGI) nelle adolescenti a rischio di gravidanze non volute; ridurre i rapporti sessuali coercitivi; ridurre gli aborti pericolosi; aumentare l'uso di cure adeguate prima, durante e dopo la nascita